Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l'Europa investe sulle zone rurali

Il Valpolicella Ripasso


Il Valpolicella Ripasso

Il ripasso, considerato il fratello minore dell’Amarone, ha dato negli ultimi anni nuovo slancio all’enologia veronese. Il gradimento e la popolarità crescenti, anche all’estero, sono dovute all’ottimo rapporto qualità/prezzo, facendone di fatto l’alternativa più accessibile al rinomato Amarone.

Il termine Ripasso indica una precisa tecnica enologica che non ha simili in altre regioni: il Ripasso prevede, infatti, una macerazione del vino Valpolicella con vinacce fermentate di uve appassite precedentemente utilizzate per la produzione del Recioto o dell’Amarone.

Il Valpolicella, normalmente Superiore, viene messo a contatto con le vinacce di Amarone o Recioto ancora in parziale fermentazione. Grazie a questa tecnica si ottiene un vino con maggior struttura, rotondità e longevità, minore acidità e un gradiente alcoolico superiore. La struttura più importante consente l’abbinamento a piatti di carne o formaggi.