Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l'Europa investe sulle zone rurali

L’olio


L’olio

L’ulivo è uno dei tratti distintivi del Lago di Garda e ne simboleggia l’anima mediterranea racchiusa tra le montagne. Anche le colline della Valpolicella sono caratterizzate, oltre che dai ben noti vigneti, dalla presenza della pianta dell’olivo che dà vita ad un paesaggio vario ed armonico.

Si capisce quindi perché l’olio di oliva sia una delle eccellenze assolute di questo territorio e sia stata riconosciuta la DOP veneta, tra le cui sottozone sono appunto inseriti il Garda e la Valpolicella.

L’olio extra vergine d’oliva Garda D.O.P. è ottenuto dagli olivi più a nord del mondo, grazie al lago di Garda che crea un microclima mediterraneo alle pendici delle Alpi: questa caratteristica rende l’olio extra vergine d’oliva Garda D.O.P. delicatamente fruttato ed allo stesso tempo persistente ed appagante.

In Valpoliceimage006lla le varietà di olivo coltivate sono per olive da olio, essendo infatti del tutto trascurabili le varietà per olive da tavola. Le specie storicamente più presenti sono rappresentate dal “Grignano”, il “Favarol” ed il “Trepp”. L’olio della Valpolicella si contraddistingue per il colore verde-oro intenso, il profumo delicato ed il retrogusto muschiato con sentore di foglia di limone. L’utilizzo ideale dell’olio è crudo ma sopporta bene anche la cottura ad alta temperatura, come ad esempio nelle fritture.

L’olioturismo, inteso come visita ai frantoi e alle aziende agricole produttrici di olio ha conosciuto negli ultimi tempi un successo crescente, soprattutto nella zona del Garda. Il periodo ideale per l’olioturismo nel Garda è l’autunno: da metà ottobre a fine novembre si svolge la stagione della raccolta ed i frantoi si aprono le porte ai turisti dell’olio per conoscere e degustrare, ma anche vedere di persona il processo di molitura e produzione vivendo un’esperienza autentica sul territorio.